Emblema rimasto immutato nei tempi, contrariamente al frenetico avvicendarsi dei “padroni” di Tripi, è il Castello, che a completamento del paesaggio, incorona l’alto e scosceso cono montuoso su cui si inerpica il paese. E’ collocato nel punto più alto (610 m. s.l.m.) del rilievo che funge da spartiacque tra i torrenti Tallarita e Mazzarrà; la sua posizione elevata consente di dominare visivamente la costa tirrenica, da Tindari a Milazzo fino alle montagne più interne, risalendo il corso dei torrenti.

Sulle sue origini non si hanno notizie, o sono incerte; l’unico documento sarebbe uno scritto del 1154, del geografo Idris, che parla della presenza in questo luogo di una fortezza medievale.

Si sa di certo che nella prima metà del 1300 si sono svolte delle azioni militari per il suo possesso e vi soggiornarono, l’ammiraglio Ruggero di Lauria, il re Federico II ed altri personaggi di alto rango fino alla seconda metà del XVII secolo.

tripi castello
Tripi  © ANTONINO BARTUCCIO 2020 – Tutti i diritti Riservati – All Rights Reserved

Testi a cura del Comune di Tripi

Interested in running this feature in your publication?
Contact us to see more images and discuss reproduction rights

Sei interessato a comprare questa foto? scrivici una mail

Are you interested in buying this photo? write us an email