“La bellezza dell’arte attraverso la luce che si fa strada lungo i meandri dell’oscurità.”

Il rito della luce è sicuramente una delle massime espressioni che abbia mai vissuto. Ecco che pescando nel mio archivio ho tirato fuori questo breve racconto che risale all’edizione del 2015. Per me che non c’ero mai stato prima, ritrovarmi al 38° parallelo, è stata una scoperta entusiasmante proprio per l’energia che quel posto riesce a diffondere. Proprio lì, sull’altura di Motta d’Affermo, ai piedi della Piramide realizzata dall’artista Mauro Staccioli, voluta dal mecenate e fondatore di Fiumara d’Arte Antonio Presti per valorizzare il rispetto comune e la condivisione dell’arte.

Motta d’Affermo, 38° parallelo – photo © 2015 Carmelo Lenzo