Tra il Duomo di Catania e la pascheria è possibile vedere la Fontana dell’Amenano, che prende il nome dal fiume Amenano che scorre sotterraneo. Costruita nel 1837 in marmo di Carrara da Tito Angelini, rappresenta il fiume come un giovane che versa l’acqua nel canale percorso dal fiume Amenano in questo tratto visibile. I catanesi chiamano questa fontana “acqua a linzolu” perché l’acqua della fontana versandosi come una piccola cascata produce un suggestivo e caratteristico effetto “lenzuolo” e anche perché in passato da questo canale le popolane lavavano la loro biancheria.

Photo by © Alessandro Saffo 2004 – All rights reserved.

I